Un’ opportunità per pagare meno tasse?? accantonare gli utili nella RIC

E’ utile conoscere bene come funziona la RIC, in modo che sia gli autonomi che le società, possano determinare quanta parte del loro reddito assoggettare a tassazione e quanta invece reinvestire.

La RIC, acronimo di riserva per investimenti nelle Canarie, è stata introdotta con la finalità di stimolare l’utilizzo di risorse proprie per gli investimenti e possono beneficiarne:

· le società soggette alle imposte sulle società;

· le persone fisiche soggette all’imposta sui redditi delle persone fisiche, sia che il reddito provenga da attività di impresa sia da libera professione, purché venga calcolato con il metodo dell’imposizione diretta e non in via forfettaria.

Condizione imprescindibile per beneficiare della RIC è che l’impresa, indipendentemente da dove sia domiciliata, abbia almeno uno stabilimento permanente nelle isole Canarie, ovvero abbia un luogo di lavoro nel quale si realizzi in forma abituale o continuata, tutta o parte dell’attività. 

Realizzate tali condizioni, la RIC permette di ridurre la base imponibile fino al 90% degli utili non distribuiti, in sostanza, se gli utili sono reinvestiti alle Canarie, è applicato lo sconto del 90% all’imponibile sul quale calcolare le imposte.

Gli importi che si destinino alla RIC devono essere utilizzati in acquisizione di beni nuovi o usati in uno dei seguenti investimenti:

a) investimento iniziale;
b) creazione di posti di lavoro;
c) acquisizione di elementi patrimoniali che non costituiscano investimento iniziale;
d) sottoscrizione di azioni o partecipazioni in società per la costituzione o ampliamento del capitale e del debito pubblico delle Canarie.

Quanto accantonato nella RIC dovrà essere reinvestito nel tempo massimo di 4 anni a partire dalla data di accantonamento.

Nel caso in cui non si mantengano i criteri di utilizzo della RIC, il soggetto passivo verrà sanzionato, e la sanzione consisterà nell’integrare la base imponibile dell’esercizio nel quale si sia prodotto il mancato compimento dei requisiti e l’importo sarà corretto della quantità non investita.