Aprire un franchising alle Canarie

Se state pensando di aprire un’attività in Franchising, ma di non farlo in Italia, questo è per voi, diversamente, se già in Italia utilizzate questa strategia e state pensando di replicarla, anche in questo caso siete nel posto giusto!

Per tutti coloro che vogliono avviare la propria attività commerciale, minimizzando i rischi d’impresa, la scelta vincente è rappresentata dal contratto di affiliazione commerciale, o più conosciuto come Franchising, dove l’azienda madre sia essa produttrice o mera distributrice di prodotti e servizi contraddistinti da una determinata marca o insegna, concede agli affiliati l’utilizzo del marchio, il know how maturato e la possibilità di vendere beni e servizi, in cambio di una commissione di ingresso e di una percentuale sul fatturato (royalty).

In Spagna, dal punto di vista giuridico, la legge 7/1996 del “Comercio Minorista”, nell’art. 62, stabilisce che il contratto di Franchising è quel contratto con il quale un’azienda concede ad un’altra il diritto di sfruttamento di un proprio sistema di commercializzazione di prodotti o servizi.

Questa definizione prende concretamente forma nel Real Decreto 201/2010, con il quale viene sviluppato e approfondito nel dettaglio il quadro normativo.

Fatte tali premesse, la prima cosa da fare per avviare la propria attività è registrare il marchio nel registro Spagnolo di “Marcas y Patentes”.

Ottenuta tale registrazione, si dovrà procedere all’iscrizione nel “Registro Publico de Franquiciadores”.

Trattandosi nella fattispecie di un contratto atipico, si richiede necessariamente il supporto di un professionista!