SCANDALO A MADRID IN 500 FINISCONO INDAGATI

Sono questi i titoli che si leggono da alcuni giorni sulle testate giornalistiche e sui siti internet più cliccati, potrebbe dirsi che il fenomeno sia diventato virale, ma come tutto ciò che diventa tale, corre il forte rischio di essere decontestualizzato e reinterpretato…

Molti di coloro che hanno condiviso l’informazione non hanno nemmeno letto l’articolo, creando ansia ed allarmismo in tutti i colleghi che stanno affrontando il percorso per ottenere il titolo con legalità e trasparenza, creando una gogna mediatica per tutti i professionisti che nel settore ci lavorano ogni giorno, con passione, disponibilità e competenza…

Ebbene se la metà di quelli che hanno condiviso l’articolo lo avessero letto, avrebbero notato che l’indagine del Giudice istruttore di Madrid è rivolta a titoli falsi, rilasciati da una specifica università, dietro un piuttosto cospicuo pagamento.

La denuncia dell’osservatorio per la corruzione fa riferimento a n.500 titoli ottenuti nel Maggio 2016 da altrettanti italiani che giunti in terra iberica, tutti insieme, nello stesso giorno, provenendo tutti dalla stessa agenzia, avrebbero sostenuto l’esame!

Tale scenario appare verosimile, ed una verifica oltre che logica è assolutamente NECESSARIA, nel rispetto di un diritto, che come tale non deve essere leso, ma del quale neanche può farsene un abuso…

In conclusione…

Non giudichiamo i nostri “concorrenti”, ognuno sceglie a chi affidarsi, Noi con orgoglio, continuiamo a ringraziare chi ci ha scelto, chi ci sceglie e chi ci sceglierà!